CTA Villa Olga: Progetto Pesca

CTA Villa Olga: Progetto Pesca

La CTA Villa Olga nell’anno 2019 ha voluto sviluppare il “progetto pesca” atto a migliorare la qualità della vita degli ospiti attraverso il contatto diretto con la natura per mettere in risalto come la pesca possa influire positivamente sul benessere di questi, aiutandoli ad affrontare la malattia con più grinta e positività.

La pesca può essere considerata un’attività che allena perfettamente la componente fisica e quella psicologica del nostro organismo; infatti “pescare è un esercizio eccelso ed equilibrato per corpo e mente”.
Il progetto è stato pensato con una parte teorica, che ha spiegato l’uso della strumentazione , nella fattispecie il montaggio delle componenti (lenza, piombini, ami.ecc.) sulla canna da pesca e le varie tecniche da adottare durante la seconda fase pratica.
In questa seconda fase 6 dei nostri pazienti si sono recati, con cadenza settimanale, presso dei luoghi limotrofi al paese di Canicattì, accompagnati e guidati da due educatori cimentandosi nella pesca di tipo sportivo, rispettando il principio del “Catch & Release”, ovvero cattura e liberamento.